I cervelli dei chitarristi sono diversi da tutti gli altri, dice la scienza

Ascoltare qualcuno che suona la chitarra può essere ipnotizzante ed evocare emozioni; molti chitarristi trovano una qualità meditativa e rilassante nel suonare, insieme all’essenza di creare musica o di estrarre una versione acustica della loro canzone preferita. Ma come fa la chitarra a influenzare il cervello?

 

Sempre più studi scientifici hanno esaminato come le persone che suonano la chitarra abbiano funzioni cerebrali diverse rispetto agli altri: ciò che hanno trovato è stato abbastanza sorprendente e ha confermato ciò che molti chitarristi potrebbero già intuire istintivamente.

I cervelli dei chitarristi possono sincronizzarsi

Uno studio del 2012 [1] condotto a Berlino ha esaminato il cervello dei chitarristi. I ricercatori hanno preso 12 coppie di chitarristi e li hanno fatti suonare lo stesso pezzo di musica mentre facevano la scansione del loro cervello. Durante l’esperimento, hanno trovato qualcosa di straordinario:  i loro cervelli si stavano sincronizzando l’uno con l’altro . Che cosa significa questo? Che le reti neurali trovate nelle aree del cervello associate alla cognizione sociale e alla produzione musicale sono state più attivate quando i partecipanti suonavano i loro strumenti. In altre parole, la loro capacità di connettersi l’un l’altro durante la riproduzione della musica era eccezionalmente forte.

I chitarristi hanno un’intuizione più alta

L’intuizione è descritta come “la capacità di comprendere qualcosa istintivamente, senza bisogno di ragionamenti consapevoli”  e questo è esattamente ciò che accade quando due persone suonano la chitarra insieme.

La capacità di sincronizzare i loro cervelli l’uno con l’altro deriva da questo talento intuitivo sviluppato. Non solo i loro cervelli si sincronizzano ma possono anche anticipare ciò che deve accadere prima e dopo una serie di accordi senza saperlo coscientemente. Ciò spiega la presenza di una certa “chimica” tra i componenti di una band e il motivo per cui molte band includono fratelli – che potrebbero avere una connessione ancora più forte.

Questo fenomeno in realtà è parzialmente spiegato per il modo in cui i chitarristi imparano a suonare – mentre molti musicisti imparano leggendo gli spartiti, i chitarristi imparano di più per via imitativa, ascoltando gli altri suonare. Questo spiegherebbe anche il motivo per cui i chitarristi tendenzialmente hanno buone capacità di improvvisazione [2] e pensiero veloce.

Conclusione

Mentre tutti sappiamo che i musicisti hanno un cervello molto veloce e creativo, sembra che i chitarristi abbiano qualcosa in più. Adesso è dimostrato che i chitarristi sono una razza eccezionale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: